L'Esperto risponde

Buonasera, ho ricevuto una cartella equitalia inerente delle multe ricevute nel 2003, la prima notifica è arrivata a Venezia il 07/07/2007, dove ero residente tra il 2003 e il 2007, non la ritirai perchè mi ero spostato all'estero e nessuno ritirò fisicamente l'atto. Dal 2007 sono nuovamente residente a Milano e mi è stata notificata la stessa cartella il 10/02/2017 quindi 9 anni e 8 mesi dopo l'ultima notifica. Non dovrebbe essere andata in prescrizione dopo 5 anni? Ho chiesto la dilazione in 10 rate e volevo sapere se ho fatto bene e, qualora non fosse da pagare, se posso cancellare la richiesta di rateizzazione. Grazie

Adriano

[...]
Image

Buongiorno. In data 22 maggio mi è stata notificata una cartella equitalia relativa ad un verbale stradale notificato in data 24 marzo 2010. A parte il decorso del quinquennio, per cui il de bito sarebbe estinto, la cartella è con una relata in bianco e priva di data e timbro postale. ( la busta è bianca) Cosa mi conviene fare ? impugnare la cartella per nullità oppure altro? Grazie

Stefania

 

Gentile Stefania,
nella cartella esiste un apposito spazio da compilare, nel quale l’agente notificatore dovrebbe riportare il dettaglio delle operazioni di notifica (data, ora, persona cui il plico viene consegnato, ecc).

Tale spazio viene lasciato in bianco quando Equitalia procede con la notifica postale diretta.

Alcune sentenze hanno stabilito che la relata in bianco e la mancanza di sottoscrizione del notificatore determinano la nullita' della cartella per difetto insanabile di notifica. E’, ad esempio, il principio espresso dalla Commissione Tributaria Provinciale di Roma, Sezione 29, con la sentenza numero 54 depositata l’8 febbraio 2011 in coerenza con l’orientamento giurisprudenziale gia' espresso da diverse Commissioni Tributarie.

Per la validità della notifica è dunque necessario che la relata sia correttamente compilata e sottoscritta dal notificatore e, pertanto, anche quando l'agente di riscossione possa effettuare la notifica senza avvalersi di un soggetto all'uopo abilitato. Ed è, comunque, necessario che l'agente della notifica compili correttamente la relata e la sottoscriva.

In difetto di tali elementi l’atto e' nullo per inesistenza della notifica che qualifica un vizio insanabile dell’atto impugnato.
Cordialmente.

Avv. Alan Binda

[...]
Image

Gentile Avvocato,

in data 15 gennaio 2013, mi sono vista recapitare un verbale di contestazione al codice della strada dalla polizia municipale del Comune di Cerignola. Mi contestano il superamento del limite di velocità imposto su quel tratto di strada (S.S.16 DIREZIONE ba/fg KM 708.600) rilevato attraverso SODI SCIENTIFICA S.P.A. modello AUTOVELOX 105 SE, regolarmente omologato.

Sono entrare in possesso della documentazione fotografica relativa al rilevamento.

Quello che Le chiedo e se può essere sufficiente la fotografia che immortala la mia macchina, senza che sulla stessa siano indicati data, località, modello del rilevatore di velocità e velocità rilevata al momento dello scatto della fotografia. Possono essere motivo di impugnazione del verbale?

Attendo un Suo cortese riscontro….

 

Franca

Relativamente al quesito posto dalla signora Franca si esprimono le seguenti considerazioni.
Le mancanze evidenziate dalla signora sulla foto (ma di certo non sul verbale di accertamento) non costituiscono valido motivo di opposizione. Viceversa un valido motivo di opposizione potrebbe essere l'invocazione dello stato di necessità, supportato però a livello documentale.
Ai fini della possibile instaurazione di un procedimento di opposizione è altresì necessario valutare altri elementi.
1) La tempestività della notifica del verbale rispetto alla commissione della infrazione;
2) Se la sanzione è stata elevata con apparecchio in sede fissa o meno;
3) Se vi era la segnalazione dell'autovelox.
Proporre una opposizione solo sulle considerazioni espresse dalla signora lo ritengo non conveniente

Avv. Donatella Rossi

[...]