News
SPESE CONDOMINIALI: I CONFINI DELL'OPPOSIZIONE A D.I.

Occupandosi di una controversia avente ad oggetto il mancato pagamento di spese condominiali, la Corte di Cassazione Civile, con ordinanza 25/01/2018 n° 1838, ha ribadito i seguenti principi:


a) "Sussiste, in forza dell'art. 1130 c.c., nn. 1) e 3), e art. 1131 c.c., la legittimazione dell'amministratore di condominio, senza necessita' di autorizzazione o ratifica dell'assemblea, ad agire ed a chiedere, percio', l'emissione del decreto ingiuntivo previsto dall'art. 63 disp. att. c.p.c., .. contro il condomino moroso per il recupero degli oneri condominiali, una volta che l'assemblea condominiale abbia deliberato sulla loro ripartizione (cfr. Cass. Sez. 2, 09/12/2005, n. 27292; Cass. Sez. 2, 05/01/2000, n. 29)"


b) "nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo concernente il pagamento di contributi per spese, il condominio soddisfa l'onere probatorio su esso gravante con la produzione del verbale dell'assemblea condominiale in cui sono state approvate le spese, nonche' dei relativi documenti (Cass. Sez. 2, 29 agosto 1994, n. 7569). Infatti, la delibera di ripartizione delle spese "costituisce..titolo sufficiente del credito del condominio e legittima non soltanto la concessione del decreto ingiuntivo, ma anche la condanna del condomino ..nel processo oppositorio .., il cui ambito e'.. ristretto alla verifica della (perdurante) esistenza della deliberazione assembleare di approvazione della spesa e di ripartizione del relativo onere" (Cass. Sez. U., 18 dicembre 2009, n. 26629; Cass. Sez. 2, 23/02/2017, n. 4672).

 
c) "Nello stesso giudizio di opposizione, il condomino opponente non puo' far valere questioni attinenti alla validita' della delibera condominiale di approvazione dello stato di ripartizione ..ma solo questioni riguardanti l'efficacia di quest'ultima". In particolare, non puo' eccepirsi ne' la "mancata comunicazione delle delibere assembleari di approvazione e ripartizione delle spese ai condomini assenti ex art. 1137 c.c." (cfr. Cass. Sez. 6 - 2, 11/08/2017, n. 20069; Cass. Sez. 2, 22/05/1974, n. 1507), ne' "l'annullabilita' delle deliberazioni poste a fondamento dell'ingiunzione di pagamento" per omessa convocazione alla relativa Assemblea, "trattandosi di vizio invocabile ..con l'impugnazione ex art. 1137 c.c., e non di doglianza che possa formare oggetto di eccezione nel giudizio di opposizione" (Cass. Sez. 2, 07/11/2016, n. 22573; Cass. Sez. 2, 01/08/2006, n. 17486).


d) "Il giudice deve ..accogliere l'opposizione solo qualora la delibera condominiale ..abbia perduto la sua efficacia, per esserne stata l'esecuzione sospesa dal giudice dell'impugnazione, ex art. 1137 c.c., comma 2, o per avere questi, con sentenza sopravvenuta alla decisione di merito nel giudizio di opposizione ancorche' non passata in giudicato, annullato la deliberazione "(Cass. Sez. 2, 14/11/2012, n. 19938).